Minibasket dal 1998

servolana minibasket

Nell’estate del 1998, l’allora Unione Sportiva Servolana rilevò in forma diretta l’attività del centro Minibasket della Scuola Biagio Marin di Servola. Sono trascorsi molti anni da allora, molti anni di intensa attività e grande impegno gratificati da un positivo trend di crescita e da ottimi risultati. L’anno che si è appena concluso è solo l’ultima stagione in ordine di tempo di questa straordinaria avventura che ha coinvolto istruttori, dirigenti, allievi e famiglie.

Il lasso di tempo ormai trascorso ci permette significativamente di tirare delle somme sul lavoro svolto ma prima di questo è utile non dimenticare gli inizi. Durante quella lontana estate un ristretto gruppo di persone si assunse delle responsabilità precise perché da Servola non scomparisse un centro di attività sportiva e ricreativa attivo nel campo del basket, e aveva da sempre avuto in questo rione uno dei centri più vitali nel panorama triestino. Anno dopo anno molto lavoro è stato fatto, molte idee sono state portate a compimento ed oggi il Centro Minibasket dell’A.S.D. Servolana è una realtà organizzativa e progettuale ormai pienamente consolidata al punto da rappresentare un chiaro  riferimento anche al di là del puro ambito rionale. Questo grazie all’impareggiabile lavoro ed impegno di istruttori e dirigenti, l’entusiasmo di tutti bambini finora iscritti ed il generale apprezzamento di famiglie ed organi tecnici provinciali.

Oggi possiamo affermare senza presunzione che l’intelligenza di quel progetto, il buon senso e la determinazione che l’hanno sorretto, la qualità umana e professionale di tutti coloro che vi hanno preso parte hanno creato una miscela sorprendente che ha dato risultati che all’inizio si potevano solo sperare ma che erano tutt’altro che a portata di mano.

Indicare in un fattore particolare la chiave di questo risultato non è facile. Gli aspetti positivi sono molteplici e la loro combinazione sinergica ne amplifica la portata. La precisa pianificazione di un programma a breve e medio termine rappresenta senz’altro il punto di partenza. Ad esso ci siamo costantemente riferiti mantenendoci aderenti alle scelte di base e correggendo ed ampliando gli obiettivi in funzione delle effettive esigenze ed opportunità ma sempre in una logica di mantenimento di un servizio adeguato ai bisogni di allievi e famiglie. Nessuna ambizione o velleità ma al contrario un impegno su una prospettiva temporale più ampia da realizzare, con coerenza professionale, passo dopo passo.

Coerentemente con lo sviluppo vissuto lungo questo lasso di tempo il gruppo di istruttori si è ampliato e rinnovato dando spazio a giovani che per qualità e capacità di impegno abbiamo ritenuto idonei a svolgere il necessario training per diventare a loro volta istruttori. Altri hanno portato a termine il percorso di formazione professionale che li ha condotti a diventare istruttori minibasket. Le scelte fatte hanno dato buoni risultati e la qualità tecnica espressa dal centro costituisce una valida premessa a partire dalla quale queste nuove risorse hanno potuto e potranno in futuro intraprendere proficuamente, in linea con i nuovi programmi fissati dal Settore Minibasket della F.I.P., il loro percorso di formazione professionale.  Anche con il loro prezioso aiuto abbiamo potuto incrementare il numero degli allievi frequentanti.

Non possiamo non ricordare che tutto questo non sarebbe stato possibile senza la disponibilità delle strutture scolastiche che ci ospitano e degli organismi scolastici con i quali i rapporti collaborativi sono sempre stati positivi.

Abbiamo fatto molta strada da quel lontano 1998 con molte soddisfazioni ed ottimi risultati. Le speranze degli inizi si sono compiutamente realizzate ed il Centro Minibasket dell’A.S.D. Servolana è oggi uno dei punti di riferimento del minibasket a Trieste. Ne siamo giustamente orgogliosi ma siamo altrettanto consapevoli che ogni nuovo anno che si profila all’orizzonte costituisce un punto cruciale per il proseguimento delle nostre attività. Ogni nuovo anno che si apre porta con se l’esigenza di inaugurare un nuovo ciclo che mantenga inalterata la spinta che ci ha sorretto. Il nostro sforzo si concentra sull’individuazione di nuovi obiettivi e sulla programmazione necessaria per raggiungerli. Solo un equilibrato sviluppo della nostra attività può garantire il mantenimento degli standard raggiunti ed il consolidamento di quanto finora realizzato. Nel finalizzare e pianificare gli obiettivi dovremo continuare ad usare l’intelligenza ed il realismo necessari ad affrontare la realtà complessa ed articolata dell’avvio dei giovani alla pratica sportiva in un contesto in cui i margini di intervento tendono a ridursi anno dopo anno sempre più. Per fare ciò avremo bisogno di altre energie, di nuove idee e del contributo di tutti coloro che vorranno aiutarci.